AUGMENTED CITY

La rivoluzione urbana del diverso presente

Negli ultimi decenni l’urbanistica più conformista –con pochi e inascoltati critici –è stata troppo occupata a progettare città che consumano suolo, che aumentano le emissioni di gas serra e che erodono le risorse naturali e culturali per riuscire invece a sviluppare strategie urbane più sensibili,integrate e proattive. Ma i tempi sono cambiati, e l’urbanistica deve anch’essa percorrere la sua metamorfosi: di orizzonti, di paradigmi e di strumenti.
L’Età dell’Antropocene oggi richiede un salto evolutivo dei nostri stili di vita per adattare rapidamente le forme insediative e produttive alla transizione verso l’economia decarbonizzata e per fornire
una risposta proattiva al cambiamento climatico.
E ci chiama, come urbanisti, a una nuova sfida: ridurrel’impronta ecologica delle attività umane sul pianeta e utilizzare attivamente l’intelligenza collettiva che deriva dalle idee e dalla sensibilità umana nei confronti
dell’ambiente.
Maurizio Carta (classe 1967) è un urbanista, architetto professore ordinario di urbanistica e pianificazione territoriale del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Palermo, autore di numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative.
È tra i fondatori del Corso di Laurea in Pianificazione Territoriale, Urbanistica e Ambientale di Palermo, che si ispira alla visione olistica di
Adriano Olivetti, a quella analitica di Giovanni Astengo a quella progettuale di Giancarlo De Carlo.