Piano strategico triennale

Nota introduttiva: il presente documento, elaborato dalla Commissione Effettivo, viene messo a disposizione di tutti i membri del Club affinchè possano prenderne visione ed esprimere il proprio parere, direttamente e/o durante la discussione che avverrà durante la conviviale del 05/03/2013

Rotary Club Alba

Piano strategico triennale

Al fine di garantire un costante controllo di come il Club si stia muovendo in merito all’espansione e di mantenere un necessario equilibrio tra conservazione e crescita del numero dei soci il Rotary Club Alba ha adottato un piano strategico triennale.

 

Soggetti interessati:
il piano vede la partecipazione dei dirigenti di Club in carica e dei loro successori e si avvale della collaborazione della Commissione Sviluppo Effettivo
Sottoscriveranno il documento i seguenti dirigenti di Club:
Presidente 12/13, Presidente E.13/14 e Presidente N. 14/15

 

La Commissione si rende disponibile alla realizzazione del Piano ma sottolinea l’importanza del sostegno dei Presidenti e richiede che al presente Piano vada allegato a cura dei Presidenti un calendario triennale di massima delle attività previste.

 

Esame della situazione attuale:
Sebbene il Club operi in un area ritenuta economicamente fortunata, occorre rilevare che, anche in loco, si sentono gli effetti del difficile momento congiunturale. In particolare non sono prevedibili nuovi insediamenti industriali di rilievo ed il numero di occupati tende a diminuire.
Non vi è sviluppo della popolazione e non vi sono, in area, importanti insediamenti pubblici che attirino occupazione: non vi sono sedi Universitarie o Militari o Pubbliche di rilievo.
La presenza di altre Associazioni di servizio ( Lyons, Zonta ecc) non aiuta al reclutamento di nuovi soci.
La predisposizione all’associazionismo sembra diminuire probabilmente perché questo non è ritenuto un arricchimento, un vantaggio ed un opportunità.

 

Andamento effettivi:
Dopo aver raggiunto il massimo degli associati nei primi anni 2000, il Club ha progressivamente perso aderenti sino al 2008. Negli ultimi anni si è avuto il seguente andamento:
2007/8 2008/9 2009/10 2010/11 2011/12
ingressi 7 7 2
uscite 3 5 5 1 2
Tot effettivi 81 76 78 84 84
Occorre tenere quindi conto che mediamente si perdono 2/3 membri per varie cause.
Premesso quanto sopra il Club intende darsi i seguenti obiettivi tenendo conto del naturale e fisiologico numero di uscite annue, dovuto anche all’anzianità del Club stesso.
Il Club ritiene conseguibile l’obiettivo di raggiungere in un triennio il seguente numero di soci :
2012/13 2013/14 2014/15
uomini 78 77 77 77
donne 5 6 7 8
83 84 85
Si ritiene che tale conservazione e/o lieve aumento dell’organico possa avvenire rispecchiando meglio il rapporto uomini/donne della popolazione attiva del territorio.
Tale obiettivo non è facile da conseguire anche considerando che alcuni aderenti hanno manifestato l’intenzione di recedere dall’organico.
La diminuita percentuale di presenze agli incontri segnala una disaffezione latente.

 

Commissione Effettivo :
la commissione, avendo ben operato in precedenza, può occuparsi con successo di monitorare l’avanzamento del Piano e relazionare e operare su possibili scostamenti con cadenza periodica

 

Strumenti:
Si ritiene di ricorrere ai seguenti strumenti:
  • Recupero esiti recente sondaggio presso i soci
  • Ritornare , a livello di commissione ad un esame della situazione, mediante schema SWOT ( vedi sotto)
  • Rilettura verbale e delibere dell’incontro di commissione del luglio 2012
  • Ridistribuzione degli incarichi
  • Dibattito e richieste di collaborazione
FORZE OPPORTUNITA’
  • Progetti umanitari e PolioPlus
  • Rapporti amicali
  • Internazionalità
  • Impegno sociale
  • Soci esperti
  • Ambiente gradevole
  • Club ritenuto esclusivo
  • Presenza di professionisti affermati
  • Internazionalità
  • Impegno sociale
  • Promozione iniziative utili
  • Attività svolte in precedeza
DEBOLEZZE MINACCE
  • Impegno presenza
  • Scarso coinvolgimento
  • Poche opportunità di gratificazione
  • Incontri settimanali non interessanti
  • Scarsa conoscenza tra soci
  • Incapacità di rispondere alle aspettative di alcuni
  • Commenti negativi dei soci
  • Stanchezza serale
  • Costo quota
  • Mancanza desiderio di aumentare gli impegni
  • Difficoltà di coinvolgimento
  • Mancanza desiderio di aumentare gli impegni
  • Commenti negativi dei soci
  • Disinteresse verso l’associazionismo
  • Stanchezza serale
  • Mancanza di tempo
  • Riduzione disponibilità liquide
  • Egoismo
  • Farne parte non sembra dare alcun ritorno ( affettivo, crescita personale, finanziario ecc)
  • Scarso interesse a far parte di un elite
  • Costo quota
  • Preconcetti
Conclusioni:
I membri della Commissione suggeriscono i seguenti programmi
  • Organizzare serata di dibattito con i seguenti temi: scelta service, formazione rotariana. frequenza
  • Organizzare service che prevedano l’intervento operativo dei soci e permettano la tangibile gratificazione della partecipazione al risultato
  • Organizzare relazione dei soci
  • Coinvolgere nei service i Club Gemelli
  • Favorire l’impegno in tematiche sociali
  • Pubblicizzare l’attività di service
  • Organizzare serate ove si espongano attività di service di altri Club e Associazioni
  • Migliorare l’aspetto conviviale
  • Ampliare le informazioni ai soci (delibere Consiglio , informazioni distrettuali, informazioni rotariane ecc)
  • Pubblicizzare sito e bollettino ( eventualmente in omaggio a terzi)
Il particolare la commissione si assume l’onere di organizzare le seguenti:
  • Organizzare serata Amicizia
  • Organizzare serata riservata ad esterni e simpatizzanti , figli , parenti
Presidente 2012/13 Presidente e. 2013/14 Presidente n. 2014/2015
Beppe Artuffo Alessandro Pelisseri Cesare Girello

 

Alba 31/1/2013

Questo articolo ha 4 commenti.

  1. Paolo STACCHINI

    Ampliare informazioni ai soci. Cominciamo da qui. Sono carenti le notizie delle decisioni del direttivo: mancano quelle già definite, e mancano quelle ancora aperte. Es. Dopo la riunione i pochi presenti hanno avuto un sunto velocissimo, troppo, di cio che è stato disquisito. E gli assenti non sanno niente di niente. Cosa costa mettere dieci righe e far conoscere ogni argomento trattato ogni volta?

  2. Paolo STACCHINI

    Lascio un commento a me stesso: perchè ti ostini a sollecitare interventi? Se vuoi parlare con qualcuno alza il telefono e fai il numero. La modernità è anche questa. Pensa a quando accendevi il fuoco per inviare i segnali…era più fastidioso. Ciao a chi mi risponde. Un abbraccio rotariano a chi mi telefona.

    1. e.coppo

      Dai Paolo, di questo passo scivolerai nella paranoia… intanto ci sono i nuovi service e la discussione sull’orgazizzazione delle riunioni – un po’ di aggiornamento sulle cose recenti si è fatto . . . e comunque, anche se è trito e ritrito (..e “tritrito”) il dirlo, “Roma non è stata fondata in un giorno solo”. Buona giornata a te, io ora scappo a lavorare.
      Nicola

  3. Cesare GIRELLO

    Caro Paolo,
    prometto che ti telefono, ma quella telefonata lascerà il tempo e lo spazio in un attimo.
    Qui quello che scriviamo rimane per tutti…

    Cesare.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.