Amicizia

Amicizia

Serata dell’Amicizia

La serata prende spunto dai lavori della Commissione Conservazione e Sviluppo Effettivo (già Commissione Interna).  Quale ruolo è chiamata a svolgere all’interno del club? Per definizione, curare la partecipazione dei soci e l’incremento dell’effettivo. Un compito semplice di difficile attuazione. Come agire per raggiungere obiettivi concreti? Grazie alla guida del Presidente, recentemente mancato, Riccardo Coppo, che ha saputo negli anni indirizzare i lavori nel segno della più piena concretezza l’attività è stata caratterizzata da frequenti e regolari incontri, improntati alla massima condivisione e partecipazione, con il fine di accrescere l’attrattività delle tradizionali attività rotariane.

Proprio dai lavori della commissione, durante lo scorso anno rotariano fu dedicata una serata ai Valori rotariani e durante lo scambio tra i soci emerse con particolare rilievo il tema dell’Amicizia.
Come definire l’Amicizia? Come distinguere l’Amicizia rotariana? E soprattutto, come “celebrarla”? Probabilmente se proponessi un questionario risulterebbero tante definizioni diverse quanti fossero i partecipanti, tutte definizioni giuste e condivisibili, come dimostrato dagli interventi dei diversi soci durante la serata. Molte sono infatti le possibili definizioni soggettive, che variano da persona a persona ed anche da amico ad amico.

La soluzione a cui abbiamo pensato è stata quella di individuare dei punti comuni a tutte le esperienze, delle “fasi”:

Diversi momenti di un’amicizia, ordine soggettivo e variabile:
  • “Incontro”
  • “Intesa, simpatia, interessi comuni”
  • “Conoscenza reciproca”
  • “Fiducia e stima”

Bene, a questo punto è possibile affermare che è nata una nuova amicizia, ma come farla crescere, come sublimarla, come farla diventare ROTARIANA?

La domanda chiave è: Cosa fareste per un amico? Cosa fareste CON un amico?

“Fare insieme per crescere Insieme”

Questa è la risposta a cui vorremmo che il ROTARY CLUB ALBA nel suo insieme giungesse al termine del nostro percorso “sperimentale” articolato su diverse serate che potranno essere sviluppate come un ponte tra gli anni rotariani ed i diversi Presidenti.

Percorso da sviluppare con l’apporto diretto dei soci del club chiamati ad Agire sia verso l’interno che verso l’esterno. Se è vero che l’amicizia è importante nella vita e se è vero, come condiviso, che si tratta di un valore fondante del Rotary, siamo tutti chiamati a farci ambasciatori dell’Amicizia tra di noi e sul territorio.

Colgo l’occasione per ringraziare i soci che hanno collaborato attivamente con la commissione per la messa in opera del progetto: Fabrizio Donotti, Enrico Strada e Riccardo Vaniglia.

doppia_intervistaLa serata a questo punto ha preso una strada giocosa, ispirata al format televisivo del programma Le Iene con una intervista doppia, guidata dal socio Lorenzo Gallo e grazie alla quale i soci Ernè, Marasso, Alberto, Giacosa, che ringrazio di cuore per la sincera disponibilità a mettersi in gioco, hanno risposto a domande personali o rotariane, serie o scherzose, profonde o leggere, ma fornendo un contributo importante per conoscere meglio gli intervistati, da punti di osservazione differenti dal consueto, e offrendo numerosi spunti di riflessione per una crescita comune.

In conclusione, abbiamo iniziato a sperimentare insieme, in una serata diversa dagli schemi tradizionali. La prossima puntata il gioco coinvolgerà tutti i soci… ma vi lascio con il mistero, non vi resta che partecipare numerosi alla prossima Serata dell’Amicizia!